biorecensioni

Nature is the way🍃


Lascia un commento

Recensione Velvet fondotinta di Alkemilla ecobio cosmetic

Ciao ragazzi!
Quanto è difficile trovare il fondotinta perfetto? Io, come tutte voi, lo so bene. Infatti, sono ancora alla sua ricerca.
Il prodotto di cui vi parlo oggi è il tentativo, non troppo riuscito, di trovare il MIO fondotinta.
Come avrete modo di leggere nella recensione, sicuramente non è fatto per me. Ma non voglio anticiparvi nulla quindi… buona lettura!!!

27707712_10215870816633127_690731394_o

•NOME DEL PRODOTTO: velvet fondotinta compatto n. 2 di Alkemilla ecobio cosmetic.

•CERTIFICATO: QC certificazione cosmesi, AIAB, Lav, qualità vegana, nickel tested.

•DETTAGLI PRODOTTO: 10 g di prodotto in una confezione nera, elegante e dotata di pratico specchietto. PAO 12 mesi. Made in Italy. Disponibile in 4 tonalità. All’apparenza può sembrare un fondotinta compatto ma appena entra in contatto con spugna, pennello o dita si riscalda ed è come se si sciogliesse e diventasse un fondotinta a metà strada tra il cremoso ed il liquido.

•PROMOSSO: si VOTO: 6

•PREGI: buona coprenza

•DIFETTI: evidenzia eventuali pellicine (soprattutto per chi ha la pelle secca), tende a lucidare dopo qualche ora quindi deve essere ripassato con la cipria.

•SUGGERIMENTI PER L’APPLICAZIONE: ho provato con le dita, con il pennello e con la spugnetta. Quest’ultima soluzione sempre la migliore.

•PREZZO: sui 14€

•VALUTAZIONE CONCLUSIVA PERSONALE: quando ho acquistato questo prodotto era la prima volta che avevo a che fare con un prodotto effetto “velvet”, quindi ero un po’ impacciata e, non nego, di aver riscontrato qualche difficoltà nel capire quale fosse il metodo di applicazione più corretto. Dopo vari tentativi ho optato per la spugnetta e in particolare per una sorta di tamponatura; successivamente applico un fondo minerale di una tonalità più scura (per il semplice motivo che la tonalità da me acquistata è troppo chiara per il mio incarnato) ma sarebbe più idoneo fissare tutto con la cipria (ho provato anche questa soluzione). In entrambe le ipotesi, avendo io una pelle mista, ho avvertito la necessità di ritoccare il trucco dopo 4/5 ore. Come anticipato, la tonalità da me scelta è la n.2: si è manifestata come troppo chiara per il mio incarnato. Volendo descrivere la tonalità oserei dire quasi bianca, quindi adatta per le carnagioni chiare. Infine, ho notato che se si hanno screpolature e pellicine inevitabilmente il prodotto tende a sottolinearle. Sarebbe stato sicuramente comodo e piacevole trovare all’interno una spugnetta.

Voi avete avuto modo di provare il prodotto?

-biorecensioni