biorecensioni

Nature is the way🍃


Lascia un commento

Swatches trucco minerale Neve cosmetics

13589122_10210371872962972_487582696_o.jpg

Ho approfittato dei mineral days di Neve cosmetics per acquistare alcune mini taglie con l’intento di valutarle in vista di futuri acquisti.

Tutti i prodotti minerali sono scontati e le spese di spedizioni sono pari a 0,99 euro per ordini superiori ai 19 euro, altrimenti il costo totale di spedizione sarà di 2,99 euro in quanto comprende 2 euro di spese di confezionamento. In più viene data in omaggio una bustina per il make-up un po’ diversa dal solito ma sicuramente super colorata!!!

Questi gli swatches della mia “collezione di minerali”. Vi piacciono?  Voi state approfittando di questa offerta?

🍉SWATCHES E CONSIDERAZIONI🍉

1️⃣cipria Hollywood> appena la si tocca la prima cosa che si nota è quanto sia liscia e morbida. È consigliata per riempire i piccoli pori del volto per un incarnato uniforme.

2️⃣ correttore Yellow> coprenza medio-alta e da utilizzare su occhiaie violacee.

3️⃣correttore green> consigliato per coprire i rossori. Coprenza media.

4️⃣ fondo minerale medium neutral> consigliato per chi ha una carnagione nè chiara nè scura ma comunque più tendente allo “scuro”

5️⃣blush Flame Tree> colore intenso, deciso e abbastanza scuro. Per delle gote rosate tendenti al rosso.

6️⃣blush Smile> più scuro rispetto al flame tree e dal finish perlato. Più adatto per l’estate.

-biorecensioni :-*


Lascia un commento

Tendenze make-up primavera/estate 2017

Ciao ragazzi!

Le parole “athletic glowing” vi dicono nulla?

Se la vostra risposta è no siete ancora in tempo per scoprire di cosa si tratta e sfoggiare un make-up alla moda per la primavera/estate 2017.

“Athletic glowing” è sinonimo di semplicità, naturalezza; è un “ciaone” a tutto ciò che possa trasmettere senso di artificiosità. Si riscoprono illuminanti, blush tenui, fondotinta leggeri e impalpabili, tinte chiare sulle labbra e trucco occhi quasi invisibile. 

Queste le parole del Global Senior Artist di Mac Cosmetics, Michele Magnani:

«Usciranno le ciprie applicate su tutto il viso e i prodotti per le sopracciglia che le rendono artificiali ed entrerà a grande richiesta il gloss, visto proprio come punto luce da regalare alle labbra. Mi piace definirlo un trucco “glowing atletico” che si rifletterà anche sulle gote con effetti wet».

Quindi, parole d’ordine: naturalezza, semplicità, luminosità

Come può tutto ciò concigliarsi con quelli che sono i nostri amati prodotti biologici e naturali?

Diverse sono le proposte già lanciate dalle varie aziende per la primavera estate di quest’anno. Andiamo insieme alla ricerca di quei prodotti che più rispecchiano la tendenza di cui abbiamo parlato, magari scavando anche nel nostro beauty-case tra i prodotti che già abbiamo.

Tralasciando i correttori che saranno all’incirca i soliti che usiamo e che non oseremo abbandonare dopo aver trovato il tanto agognato equilibrio, concentriamoci sui fondotinta. Sul punto c’è da dire che ai fondotinta sarebbero da preferire le bb cream che, per antonomasia, sono più leggere e il loro effetto è sicuramente più naturale. 

Tra le varie proposte interessanti sono:


Con un velo di bb cream il volto sarà immediatamente più raggiante e sano. Ovviamente, se non avete bisogno di quel po’ di coprenza che una bb cream può offrire perché avete già una pelle perfetta ben venga.

Le gote richiedono un leggero tocco rosato ed è stato consigliato l’utilizzo di blush in crema.

Tra i blush più accattivanti troviamo:


Mi raccomando, naturalezza ed esagerazione viaggiano su due binari paralleli quindi non abbondate di colore!

Sugli occhi ombretti tenui e nude oppure se si vuole giocare con i colori ho notato che molto è stato utilizzato l’azzurro. Interessanti potrebbero, quindi, essere:



A proposito della labbra, invece, ho notato tendenze contrastanti: c’è chi le ha presentate rosate, chi non ha esitato ad utilizzare i toni del rosso mat e chi, poi, ha optato per dei gloss. Mi verrebbe da esclamere “libertà!”.. Si, ma con moderazione soprattutto se decidete di truccare gli occhi😉 ricordatevi sempre le parole d’ordine della prossima bella stagione.

Delle soluzioni potrebbero essere:


Infine, per donare un tocco di luminosità in più, che subito dà la sensazione di un viso sano e sveglio, mi affiderei ad un illuminante. Tra le proposte attuali ci sono:


Ci tengo a precisare che le foto sono state estratte dai siti delle relative marche, dal sito http://www.ecco-verde.it e da http://www.bioecp-shop.it e che sono state scelte in base ai miei gusti personali. Ho scelto quei prodotti che, per me, si avvicinano di più al concetto esposto.

Spero che l’articolo sia stato utile e di vostro gradimento!🤓
Baci -biorecensioni 💋


Lascia un commento

Essentials in my beauty-case, make-up version

Ciao ragazzi!
Come vi avevo già anticipato in questi giorni, ho in programma tre articoli da pubblicare, ho intenzione di snocciolarli in pillole e, per questo, ho chiesto a voi quale fosse quello che attirava maggiormente la vostra attenzione per pubblicarlo per primo.
La risposta è evidente! In questo articolo vi parlerò di quelli, che secondo me, sono gli essentials e cioè i prodotti essenziali, fondamentali che dovremmo avere nel nostro beauty-case per ottenere un trucco, non pretendo perfetto (perchè quello dipende anche molto dalle capacità soggettive di ognuno come MUA (le mie ad esempio sono pessime)) ma comunque un buon risultato.

Prima di applicare qualunque prodotto che ci cancelli imperfezioni o che copra le fastidiossisime occhiaie, bisogna idratare la pelle con una buona crema: alcune nascono come propriamente atte a questo scopo altre, invece, sono creme che nascono come prevalentemente idratanti ma che ben si prestano a precedere il make-up. Tuttavia, non è questa la sede di parlare della crema più adatta.

Andiamo per gradi..
Prima di tutto io ricorro ad un primer, attualmente utilizzo il PRIMER loose powder puroBIO cosmetics che è in polvere. Ne esistono anche di liquidi, prendiamo ad esempio quelli sempre puroBIO che si distinguono tra quelli per pelli grasse e quelli per pelle secche o quelli di neve cosmetics: anche loro si distinguono in mattifying e brightening.

Non possono, poi, mancare i vari correttori per rossori, occhiaie, macchie e chi più ne ha e più ne metta..
Come prodotto per coprire, o quanto meno camuffare, le mie occhiaie utilizzo, attualmente, il Correttore correttivo n 33 PuroBIO cosmetics, precedentemente avevo acquistato il Correttore matita perfect beige di neobio natural cosmetics ma non l’ho trovata adatta come correttore per le occhiaie e, adesso, la utilizzo per contornare le labbra dopo aver applicato il rossetto o le matite labbra o dopo aver applicato l’eyeliner; insomma, come rimedio contro errori ( o orrori..mm) o per ritocchi di perfezione. Ho trovato, inoltre, molto interessante i correttori minerali di neve cosmetics: in particolare ho riscontrato la validità del green, che applico sui rossori o comunque imperfezioni che danno sul rosso. Dopo la sua applicazione, diventano quasi del tutto invisibili una volta steso anche il fondotinta.

Indispensabile è anche un buon fondotinta! Per la mia pelle grassa, trovo che il SUBLIME fondotinta di puroBIO sia un buon alleato: copre moltissimo, ha un effetto super mat; molti lamentano una difficoltà nella sua stesura.. E’ parzialmente vero, mi spiego meglio: si tratta di un fondotinta che bisogna saper gestire. Bisogna applicarlo in piccole quantità e, soprattutto, di volta in volta nella zona che si deve coprire. Ottimi alleati nella sua stesura sono il suo pennello o la sua spugnetta. Mi sono trovata discretamente anche con la BB cream Perfecteur de teint di SO’ BiO etic e la  NF cream Alkemilla. Mi piacerebbe sperimentare, invece, il Silky Matt Foundation di Defa cosmetics.
Nei periodi più caldi, invece, preferisco lasciare la pelle libera di respirare ma, finchè non arriva l’abbronzatura a salvarmi, applico una bb cream come quella di BB cream puroBIO cosmetics ; mi è piaciuto molto, anche, il campioncino della BB cream 3D face Veg-up.

Per una pelle grassa come la mia è, inoltre, indispensabile una buona cipria. Mi sono letteralmente innamorata della Cipria Silky Matte Powder Defa cosmetics.

Per dare un po’ di colore mi affido al blush: ne ho riscontrati diversi molto pigmentati quali il  Blush bio corail lumiere SO’BIO ethic Blush “Flame Tree” di Neve cosmetics.

Passando agli ombretti, di norma non amo osare con i colori quindi ho trovato un prodotto ottimo per le mie esigenze la mini palette di quattro ombretti della puroBIO cosmetics, era la limited edition che conteneva i toni del marrone, del nero, del dorato e del tortora.. Molto basic! -.-‘

Non possono, poi, mancare le matite nere o colorate che siano per definire la palpebra superiore o inferiore. Personalmente mi trovo molto bene con la matita nera per occhi benecos: economica e perfettamente scrivente.

Per l’eyeliner mi affido, invece, ad Avril con il suo L’eyeliner di Avril, lo consiglio vivamente e, rispetto a molti altri, è scrivente e il prezzo davvero competitivo.

La scelta del mascara mi vede sempre davanti ad un bivio:Mascara OCCHIONI di Neve cosmetics  o â€œLe mascara” il mascara di Avril? Difficile scegliere ogni volta..

Per aggiustare le sopracciglia sono disponibili apposite matite, purtroppo quella di benecos non faceva al caso mio per il colore.

Difficile è, invece, la possibilità che mi affidi a dei rossetti (salvo situazioni importanti) preferisco in ogni caso le matite labbra: qui, la scelta è vasta.. Ci sono i pastelli labbra di Neve, o le matite di puroBIO così come anche i loro matitoni rossetto (su instagram trovate recensito il mio preferito). mi piace, passare sui rossetti e sulle matite il loose powder di puroBIO per fissarne il colore ed aumentarne la durata. Indispensabili anche i burrocacao: ho adorato Lipbalm puroBIO cosmetics revitalizingEVERYDAY lipbalm puroBIO cosmeticsAddolcilabbra di Alkemilla.

Questi i miei ESSENTIALS, ovviamente ad essi potranno aggiungersi illuminanti, fissatori etc ma se si trtta di essencials io penso a questi prodotti.

Spero che l’articolo vi sia piaciuto e sia stato utile.
– biorecensioni :*


4 commenti

Lipbalm puroBIO cosmetics revitalizing

image.jpeg

❤️❤️Per labbra al bacio vi consiglio di usare i lipbalm di puroBIO cosmetics 😉❤️❤️

  • Vi avevo già recensito l’everyday lipbalm mentre in questo post voglio parlarvi del revitalizing.

•NOME DEL PRODOTTO: lipbalm revitalizing di purobio cosmetics

•CERTIFICATO: vegan ok; nickel tested; CCPB.

•DETTAGLI PRODOTTO: 5 ml di prodotto con PAO 12 mesi e Made in Italy. Tra i suoi ingredienti attivi troviamo olio di argan, olio di ricino, olio di girasole, estratti di ribes e vite rossa. Contiene, inoltre, acido ialuronico e tocoferolo.
•PROMOSSO: si VOTO: 7,5
•PREGI: piacevole profumazione di ribes e uva; non pastoso; buona durata; idratante; PAO lungo.
•DIFETTI: evitare fonti di calore altrimenti la cera si scioglierà e sulle vostre labbra ne troverete una quantità spropositata.
•SUGGERIMENTI PER L’APPLICAZIONE: applicare sulle labbra pulite più volte al giorno.
•PREZZO: circa 4,90€
•VALUTAZIONE CONCLUSIVA PERSONALE: ho apprezzato entrambi i burri provati di questa marca perché non appaiono molto pesanti ma allo stesso tempo sono idratanti. Questo, in particolare, mi piace perché leggermente più idratante dell’altro e per il suo odore fruttato che però non è dolciastro e, quindi, stucchevole ma amarognolo dovuto agli estratti di ribes e vite rossa. Grazie alla presenza dei suoi ingredienti attivi è consigliato per prevenire le rughe del contorno labbra: su questo aspetto non saprei dirvi perché, attualmente, non sento questa esigenza. Come anche il suo compagno, se vicino a fonti di calore tende a scaldarsi la cera (come è normale che sia) e comporta la difficoltà di un’applicazione precisa. Inoltre, il revitalizing al contrario dell’everyday è leggermente più “gloss” ma questo è abbastanza normale se si considera che l’everyday è nato proprio con il fine di avere un finish più mat in modo da poter essere utilizzato anche dai maschietti senza problemi di luminescenza. Ho notato,infine, in entrambi che al momento dell’applicazione bisogna tenere ferma la rondella dello stick che altrimenti tende ad avvolgersi ed a far scendere il burro.

Per questo San Valentino: scrub e idratazione! Le vostre labbra saranno pronte per essere baciate 😘

-biorecensioni 💋


Lascia un commento

Prodotti biologici e naturali certificati “Nickel Tested”

Ciao ragazzi!

Questo articolo nasce come risposta più approfondita ad una domanda che una ragazza mi ha posto su Instagram ossia di consigliarle prodotti cosmetici che fossero nickel tested mirati all’utilizzo sul viso, corpo e capelli. Ne approfitterò per indicarvi anche marche di make-up che siano nickel tested.

In particolare, l’articolo (come vedrete) è impostato dividendo la sezione cosmetici da quella make-up, sulla previa indicazione delle marche che offrono una quanto più vasta gamma di prodotti nickel tested e, successivamente, indico i prodotti da me testati di quella marca (se presenti). Ovviamente, non ho la presunzione di riassumere in un articolo schematico tutti i marchi o prodotti che abbiano questa certificazione, si tratta solo di alcune grandi linee che traccio per voi e che spero potrete seguire.

Un altro consiglio che vi do è quello di andare sui siti di e-commerce e applicare il relativo filtro in modo che possiate trovare i prodotti più adatti alle vostre esigenze. Io ho provato a farlo su www.eccoverde.it dove nella sezione “filtri” c’è proprio la voce “nickel tested” e, devo dire, è molto comoda ed efficace.

Spero l’articolo sarà utile e di vostro gradimento.

MAKE-UP
Senza andare troppo lontano, sono diverse le marche “di casa nostra” che offrono prodotti testati metalli pesanti (nickel, cromo, cobalto). Vediamoli insieme:

– PUROBIO COSMETICS
Offre una linea di make up completa che spazia da fondotinta a bb cream, da primer liquidi a quello in polvere adatti a tutti i tipi di pelle, da ombretti a mascara a matite occhi, senza dimenticare matite labbra e rossetti.
Di seguito vi indico i prodotti da me testati del marchio:
– fondotinta sublime SUBLIME fondotinta di puroBIO
– bb cream BB cream puroBIO cosmetics 
-matita labbra Matita contorno labbra n 41 PuroBIO cosmetics
– primer loose powder PRIMER loose powder puroBIO cosmetics
– palette quattro ombretti limited edition
– correttori correttivi Correttore correttivo n 33 PuroBIO cosmetics

-ALKEMILLA ECO BIO COSMETIC
La linea make-up offre fondotinta compatti, NF cream, gloss, blush, ciprie, correttori, ombretti, rossetti. Il marchio è anche fortemente presente sul piano cosmetico.
Ecco la mia recensione sulla NF cream, mi è piaciuta molto:NF cream Alkemilla

COSMETICA
Per quanto riguarda la cosmetica la forbice di prodotti è sicuramente più ampia. Guardiamoli insieme:
– ALKEMILLA ECO BIO COSMETIC
Link acqua micellare fiordaliso e tea tree Acqua micellare di fiordaliso e tea tree
Link gel igienizzante mani  Gel igienizzante Alkemilla
Link balsamo lavanda ed eucalipto 

– MATERNATURA
Link shampoo al cisto Shampoo al cisto Maternatura 
Link bagnodoccia al bergamotto Bagno doccia al bergamotto Maternatura
link fluido modellante capelli ricci Fluido modellante ricci MATERNATURA
Link shampoo enothera per capelli fini o sfribrati Shampoo all’enothera per capelli fini e sfibrati Maternatura

– LE FATE BIO
Sto testando la mousse detergente viso all’olio di camelia e le due creme sempre della linea all’olio di camelia (una antiage ed una idratante) quindi vi rinvio alle future recensioni.

– DELIDEA BIO

– DOMUS OLEA TOSCANA
sto testando alcuni loro campioncini di prodotti e, a prima impressione, mi sembrano tutti molto validi

– BIOFFICINA TOSCANA

– RASAYANA
Link:Rasayana biocosmesi

-GREENATURAL
Link deodorante al talco Deodorante spray no gas al talco di greenatural
Link shampoo lavaggi frequenti lino e ortica Shampoo lavaggi frequenti lino e ortica greenatural 
In arrivo le recensioni del bagnodoccia delicato alla lavanda e del doccia shampoo lino e proteine del riso.

Baci   -biorecensioni :*


Lascia un commento

Bio e prodotti low cost: binomio possibile?

Ciao ragazzi!
In questo articolo voglio parlarvi di un argomento (penso) abbastanza sentito ossia se BIO vuol dire necessariamente prodotti con prezzi alti e poco accessibili.
Nell’ affrontare questo tema ho deciso di evitare il solito monologo e di coinvolgervi personalmente tramite un breve sondaggio postato su Instagram, al quale molti di voi gentilmente hanno preso parte. Le domande che ho posto ai miei follower erano tre ossia:

-Quanto siete disposti a spendere per prodotti e cosmetici biologici
– Quali fattori valutate ai fini della valutazione del giusto prezzo
– Il marchio low cost a cui vi affidate volentieri
Ciò che risulta dalle opinioni espresse è che, in linea di massima, un prodotto low cost non deve necessariamente significare prodotto scadente ed i prezzi che il campione è disposto a pagare dipendono dal tipo di prodotto, dalla formulazione, dagli ingredienti attivi in esso contenuti. Questa attenzione particolare alla formulazione, all’INCI, mi ha particolarmente sorpresa perché TUTTI l’hanno citata tra i fattori che prendono in considerazione ai fini dell’acquisto e della valutazione del prezzo. Ciò denota consapevolezza da parte degli utenti.
Tuttavia, molti sono costretti a fare i conti con le proprie tasche (soprattutto studenti e famiglie) e per questo è risultato che, di media, il campione è disposto a pagare per alcuni prodotti al di sotto di 10 euro per altri sino ad un massimo di 15 euro ( normalmente 10 euro per make up e 15 euro per cosmesi, singolarmente considerati), non considerando la fascia alta ritenuta al di sopra dei 30-50 euro.
A questa categoria si contrappone quella di coloro che preferiscono comprare meno ma spendere un po’ di più per acquistare prodotti con inci più “sostanzioso”.
Inoltre, solo uno dei campioni ha dichiarato di tenere in considerazione l’azienda fornitrice ai fini dell’acquisto di un prodotto mentre gli altri si dividono tra chi preferisce testare e sperimentare su se stesso e chi, prima di acquistare, legge recensioni ed opinioni di altri utenti.
I brand considerati low cost dal campione sono eterogenei al pari del significato che hanno attribuito a questa parola. Nonostante ciò ho potuto osservare come prodotti distribuiti dalle principali catene di supermercati siano tra i più scelti; le marche di riferimento sono: Cien nature ed OMIA Lab ai primissimi posti, seguono Viviverde di COOP, Biolis, Ekos; timidamente spuntano anche Antos, Alkemilla e PuroBIO.

Nel post su Instagram di riferimento vi avevo anche anticipato che in questo articolo avrei espresso la mia opinione sul tema. Eccola qui:
secondo la mia esperienza, nonché modesta opinione, ritengo che non necessariamente il BIO consti di prodotti costosi o inaccessibili. Molte, infatti, sono le marche che offrono prezzi ridotti, sul punto bisogna prestare attenzione. Ritengo che bisogna, a tal fine, distinguere tra chi offre un prodotto a prezzi inferiori alla media perché abbraccia una politica del risparmio che interessa il confezionamento del prodotto, con ingredienti derivanti da prodotti a km zero, etc; altri, ahimè, risparmiano proprio sulla qualità degli ingredienti.
Quindi, se è vero che l’occhio vuole la sua parte, il nostro corpo cosa preferirebbe? Penso la risposta sia abbastanza scontata.
Bisogna, in sintesi, tenere sempre presente il binomio qualità-prezzo.
Anche io, come voi, prima di acquistare un prodotto guardo all’inci e vado alla ricerca di prodotti che abbiano più ingredienti attivi possibili, leggo le finalità cui il prodotto è destinato e, alla fine, se è compatibile con le mie esigenze, se mi incuriosisce e mi aggrada decido di procedere con l’acquisto.
Come molti di voi hanno detto, anche io, preferisco comprare meno prodotti ma di buona qualità e allestire pian piano i miei armadietti.
Questo mio modo di pensare influisce, inevitabilmente, su cosa significhi per me “prodotto low cost”.
Obiettivamente un prodotto dovrebbe ritenersi low cost se il prezzo si aggira al di sotto dei dieci euro. Tuttavia, ritengo che una definizione fissa e generale non si possa nè tanto meno si debba fare perché tante sono le variabili da tenere presenti come il tipo di prodotto, il prezzo mediamente offerto per lo stesso tipo di prodotto da brand differenti, gli ingredienti, le certificazioni..

Proprio su quest’ultimo aspetto vorrei spendere qualche parola in più. Sappiamo, ormai tutti, che per ottenere delle certificazioni bisogna rispettare determinati standard richiesti e che queste certificazioni hanno un costo che, inevitabilmente, si riverbera sul prezzo.

Sulla base di ciò, ecco i prezzi che ritengo essere low cost per le principali tipologie di prodotti di cosmesi e make-up (si tratta di prezzi  equivalenti, come è evidente, a poco meno della media dei prezzi per lo stesso tipo di prodotto):
– detergente intimo 7 euro
-bagno doccia 6 euro
– shampoo 7 euro
– balsamo 8 euro
– deodorante 5 euro
– eyeliner 7 euro
-matite occhi 4 euro
– fondotinta 8/9 euro
– bb cream 7 euro
-rossetto 6 euro
-cipria 8 euro

Per quanto riguarda le marche che, a mio parere possono definirsi low cost e con cui mi trovo bene, ci sono Antos, Avril, Lavera, Natura Amica, Delidea, Gently. Marche ad un gradino più alto di prezzo, ma che ritengo accessibili e molto più bassi rispetto ad altri prodotti dello stesso tipo, sono PuroBIO, Alkemilla, Defa.

In definitiva, per me, il bio non è per pochi eletti in quanto offre, anche, prodotti che preferisco definire accessibili piuttosto che low cost. Prodotti buoni come anche meno buoni, il tutto sta nel non sottovalutare mai l’inci, nel saperlo leggere perché si possono trovare prodotti più che discreti a prezzi più bassi della media e prodotti che, invece, nonostante i prezzi elevanti offrono composizioni “povere”. Valutate, quindi, di volta in volta ogni singolo prodotto.

Spero che l’articolo sia stato per voi interessante e di vostro gradimento.
Baci     -biorecensioni


Lascia un commento

Color lip balm Dizao organics

image.jpeg

•NOME DEL PRODOTTO:Lip color balm 214 orchidea Dizao

•CERTIFICATO:Lav; Pennsylvania certified organic.
•DETTAGLI PRODOTTO:si tratta di un balsamo labbra colorato.Dizao ha deciso di suddividere i “lip balms” (incolori) dai “lip color balms” (colorati).La mia colorazione è orchidea (vi mostro uno swatch nel daily).È Made in USA.100% naturale e 90% biologico.Non contiene parabeni, oli minerali, petrolati, colori artificiali, glutine, fragranze sintetiche e molti altri elementi dannosi.Tra gli ingredienti vi sono burro di karitè e di cacao;numerosi oli come quelli di ricino, jojoba, girasole, cocco; vitamine A,B,C,D,E,F,PP.Consigliato per chi oltre alla protezione desidera colore sulle labbra.
•PROMOSSO: si VOTO: 7
•PREGI:buon potere idratante,colorazione evidente già alla prima passata, buona resistenza.
•DIFETTI:tende ad evidenziare eventuali pellicine, a seconda delle temperature esterne può risultare grumoso.
•SUGGERIMENTI PER L’APPLICAZIONE: applicare sulle labbra pulite e, possibilmente, sulle quali venga effettuato di routine uno scrub.
•PREZZO: 4,50€ circa
•VALUTAZIONE CONCLUSIVA PERSONALE: lo trovo un buon balsamo labbra, sfiziosa l’idea di proporne una serie tutti colorati perché in tal modo è possibile unire l’utile al dilettevole.Una volta terminato l’effetto idratante dei burri rimane la pigmentazione del colore con effetto shimmer.Sono buoni in idratazione, resistenza e pigmentazione mentre non ho apprezzato molto i grumi che possono crearsi nel prodotto ed il suo sottolineare eventuali pellicine.Una volta applicato risalta, subito, l’odore della menta (contiene, infatti, anche un’olio di menta) tendente a scomparire trascorsi diversi minuti.Complessivamente lo trovo un buon prodotto nel rapporto qualità-prezzo.

P.S. Essendo un burro colorato non può essere applicato con la stessa “spensieratezza ” con cui, normalmente, applichiamo un burrocacao incolore altrimenti si rischia l’effetto “Ursula” de “la sirenetta” 😉.

Ecco uno swatch mentre sul mio profilo Instagram potete trovare un video dedicato al prodotto.

image.jpeg

-biorecensioni 💋