biorecensioni

Nature is the way🍃

Spazzolino viso Cose della natura

3 commenti

Ciao ragazzi!
Qualche giorno fa c’è stato il black Friday e non ho saputo resistere allo shopping! Ho, quindi, approfittato degli sconti offerti dallo shop VerdeMelaBio e mi sono aggiudicata una serie di prodotti finalizzati principalmente alla cura del se. Si tratta, in particolare, dell’argilla rossa e dell’henné rosso caldo de “le erbe di Janas”, dello spazzolino per il viso di “cose della natura”, il gel dentifricio al limone di “officina naturae” ed, infine, il deodorante al talco di greenatural.
Sicuramente avrò modo di parlarvi di tutti i prodotti non appena avrò avuto modo di testarli per bene ma, in via preliminare, in questo articolo, voglio parlarvi dello spazzolino viso “cose della natura”  dato che in un video pubblicato sul mio profilo Instagram ha suscitato molte reazioni contrastanti: chi non lo ha proprio trovato adatto a sé chi, al contrario, lo ha adorato. Odio o amore, nessuna via di mezzo, nessuna sfumatura di grigio.
Proprio per questo nell’articolo voglio presentarvi il prodotto, cercando di darvi qualche consiglio (che a me è stato fornito dall’azienda su mia richiesta). Voglio precisare che non è un articolo-recensione perché per questa dovrete attendere un po’ (eheh).


Iniziamo subito.
-Perché ho scelto di acquistare questo prodotto?
I motivi sono principalmente due: il primo è che da tempo desideravo acquistare un prodotto di quelli elettrici per la pulizia del viso ma non mi si è mai presentata l’occasione vuoi per motivi di tempo, vuoi per un po’ di scetticità nei loro confronti e vuoi, anche, per i prezzi un po’ elevati (se si considerano le marche più rinomate); il secondo è che questo prodotto mi sembrava rispondere alle mie esigenze di una pulizia profonda ma delicata allo stesso tempo essendo composto da setole naturali ma strutturate.

-Le mie aspettative sono state rispettate?
Ad oggi, in via di prima approssimazione, posso dirvi di si. Mi è sembrato avere un potere altamente pulente: elimina, infatti, pelle morta e residui senza la necessità di “grattare” la pelle.

-Quali reazioni ha suscitato il mio post su Instagram?
Riassumendo, avevo pubblicato un video dove mostravo la consistenza delle setole. Alcune ragazze hanno commentato il post affermando di aver amato il prodotto, altre di non essersi trovate per niente bene perché le setole erano troppo dure per la loro pelle sensibile.

-Qual è la verità?
Non penso che esista una verità perché tutte le reazioni sono giuste e valide, dipendendo da tanti fattori come il tipo di pelle, il metodo di utilizzazione del prodotto e così via.
Sicuramente, però, conoscere quale sia il metodo di utilizzo corretto del prodotto può aiutarci.
Di seguito vi riporto alcune notizie generali sul prodotto e, poi, alcuni suggerimenti su come utilizzare il prodotto a seconda delle varie esigenze che si presentano.
Parto con il dire che lo spazzolino è composto da un manico in legno naturale e 100 setole vegetali; le dimensioni ridotte aiutano perché risulta maneggevole e non ingombrante in quella che può essere una pulizia effettuata davanti ad uno specchio.
L’utilità del prodotto è quella di esfoliare il viso con movimenti circolari ed ha, quindi, il fine di eliminare le cellule morte e riattivare la circolazione del sangue.
Come anticipato, i movimenti devono essere circolari e praticati a partire dalla fronte per scendere sulle guance, naso e mento. La pressione deve essere adeguata ad eliminare le eccedenze dal viso ma, allo stesso tempo, non eccessiva al punto tale da graffiare il volto. Si devono evitare le zone arrossate del volto o comunque le parti in cui ci siano delle ferite ancora aperte. Le setole devono essere sempre bagnate proprio per non essere aggressive sulla pelle e, proprio qui, vi suggerisco una piccola chicca! Per chi ha la pelle sensibile è consigliato lasciare in ammollo, in acqua calda, le setole per una decina di minuti in modo tale che le stesse potranno ammorbidirsi e non risultare aggressive bensì compatibili con la vostra pelle delicata.
Inoltre, sempre le pelli più sensibili, dovranno limitare l’utilizzo di questo prodotto ad una volta a settimana mentre gli altri tipi di pelle potranno anche utilizzare lo spazzolino due o tre volte a settimana compatibilmente con la vostra beauty- routine.
Si consiglia di accompagnare l’utilizzo del prodotto con quello di un detergente viso sia esso liquido o in forma solida. In questo ultimo caso si potrà, semplicemente, bagnare le setole e, sempre con movimenti circolari, sfregarle sulla saponetta per assorbire il prodotto e poi applicarlo sul viso.
Una volta terminata la pulizia del volto bisognerà provvedere a risciacquare lo spazzolino con particolare attenzione a non rovinare le setole piegandole ed, infine, lasciarlo asciugare in modo che sia pronto per il successivo utilizzo.

-Quali sono state le mie prime impressioni?
Sicuramente positive. Inizialmente ero un po’ perplessa perché, appena aperto il prodotto (che è sigillato sia nella plastica sia avvolto nella sua retina), alcune delle sue setole sono venute via. È stato questo motivo che mi ha spinto a contattare l’azienda per saperne di più. Quest’ultima ha provveduto immediatamente a rassicurarmi dicendomi che era del tutto normale che all’inizio poche setole potessero venire via ma che la caduta si sarebbe arrestata. Ha, inoltre, provveduto a darmi ulteriori dritte sul prodotto (come vi avevo anticipato). Risolti i dubbi, ho proceduto con l’utilizzo dello spazzolino insieme con il mio sapone di Aleppo e non ho riscontrato alcun tipo di problema. Le setole non risultavano dure e graffianti perché ammorbidite con acqua calda ma allo stesso tempo riuscivano a pulire in profondità. L’effetto finale è stato molto piacevole perché, oltre ad una sensazione di pulito, la pelle era liscissima nonostante fosse un po’ arrossata. Tuttavia, come anticipato questo rossore è sintomo che il prodotto ha funzionato perché ha eliminato le cellule morte ed ha riattivato la circolazione del sangue. Inoltre, il rossore è destinato a scomparire dopo pochi minuti e non provoca alcun tipo di dolore o irritazione. Queste, ovviamente, sono state le mie prime impressioni: ho una pelle che non è sensibile e questo può aver sicuramente giovato. Ciononostante mi riservo di pronunciarmi definitivamente sul prodotto solo tra qualche tempo quando avrò avuto modo di provarlo più volte.

Spero che questo articolo illustrativo sia stato per voi utile.
Bacioni

-biorecensioni :*

3 thoughts on “Spazzolino viso Cose della natura

  1. Pingback: La mia bio-pulizia del viso perfetta | biorecensioni

  2. Ciao bella ❤️
    Articolo stra utile. Anche io ho adocchiato da tempo questa spazzolina, ma essendo troppo scettica ho virato verso le konjac sponge. Terró sicuramente in considerazione questo tuo post per un acquisto futuro, e, ovviamente, leggeró la tua recensione prima di farlo!
    Complimenti!
    Ti abbraccio forte ❤️

    Mi piace

    • Ciao Giorgia!
      Innanzitutto grazie mille 😊 Posso dirti che avendo provato anche la konjac sponge i tipi di pulizia sono diversi. Con la spugna si tratta di una pulizia delicata, a mio parere non profondissima, e che può essere svolta quotidianamente. Con lo spazzolino, invece, la pulizia è più profonda ma allo stesso tempo da limitare, a seconda dei tipi di pelle, a uno- tre giorni alla settimana per evitare di stressarla troppo. In ogni caso, vi aggiornerò sicuramente 😘

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...